Pubblicità rima con banalità

pubblicità domenica pate“Se la crisi ti ha lasciato in mutande…” recita l’enorme cartellone pubblicitario sotto casa, e però invece del tipo in mutandoni e occhialoni da vista che ti aspetteresti, dall’aria un po’ nerd, ecco una donnina in tanga, ammiccante e sensuale, confortevolmente sdraiata su un morbido tappeto.

Strano destino quello della nostra pubblicità, dove persino la battuta leggera e la ricerca della simpatia dell’aspirante compratore di arredamenti si trasforma inevitabilmente in riferimento sessuale, con un corpo femminile “buttato lì” senza nè ragione nè coerenza.

Usciremo mai dal luogo comune? Dalla banalità e dall’abitudine?

Per una volta, pubblicitari, provate a sorprendermi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...